Rome Art Week in arrivo, con un intenso programma di eventi

Presentata la V edizione di Rome Art Week, in programma a Roma dal 26 al 31 ottobre. Nell'ambito dell’iniziativa, Tiber Art organizza una mostra dedicata a Ugo Nespolo, eclettico e versatile artista piemontese le cui opere spaziano dalla pittura al cinema, alla scultura. 


Nel corso di una conferenza stampa è stata presentata a Roma  la quinta edizione di Rome Art Week, l’iniziativa organizzata da KOU, Associazione culturale per la promozione delle arti visive, che prevede un  ricco calendario di mostre, eventi, esposizioni collettive lungo un’intera settimana.

Dal 26 al 31 ottobre Roma sarà al centro di una serie di iniziative dedicate all’arte contemporanea attraverso open studio, progetti curatoriali, talk con artisti, visite guidate, progetti espositivi ideati ad hoc da curatori, artisti, collettivi e operatori del settore: un unico fil rouge che permetterà ad artisti, critici, curatori e visitatori di entrare a far parte di un circuito virtuoso per lo sviluppo e la conoscenza dell’arte.

Con  il patrocinio del MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), della Regione Lazio, di Roma Capitale - Assessorato alla Crescita Culturale, per l’edizione 2020 hanno già aderito oltre 130 gallerie e istituzioni, 280 artisti e 45 curatori per un totale di oltre 130 eventi proposti nella Capitale (i numeri sono in costante aggiornamento).

Come Rome Art Week anche per questa nuova edizione abbiamo scelto di dare spazio ai curatori perché crediamo che siano una figura chiave dell’arte contemporanea, che difficilmente viene presa in considerazione. Il curatore svolge un’attività aggregativa di fondamentale importanza tra artisti e galleristi, e in maniera virtuosa sostiene il mercato dell’arte” ha detto Massimiliano Padovan di Benedetto, Presidente Associazione Kou e co-fondatore di Rome Art Week.

Tante le novità di questa edizione: dal Raw Videoart Contest al progetto RAW 360° che prevede tour virtuali per non perdere nessuna mostra, dalle numerose possibilità di aggregazione offerte ad artisti e strutture alla possibilità di seguire tutti gli eventi di RAW attraverso videoconferenze direttamente sul sito.

Con lo scopo di internazionalizzare la manifestazione e andare oltre i confini romani, anche quest’anno RAW rinnova la collaborazione con Miami New Media Festival, nota realtà statunitense che da 15 anni promuove e sostiene l’utilizzo dei nuovi media nell’arte, con una call dedicata a tutti i video artisti che partecipano a RAW 2020: i video selezionati degli 8 artisti vincitori del bando saranno esposti in preview in Sardegna al Maker Island e durante l’evento del Miami NMF.  

Oltre ai numerosi eventi fruibili durante la settimana della manifestazione, il sito www.romeartweek.com è un vero e proprio portale di networking e uno strumento per essere continuamente aggiornati sul lavoro delle strutture di proprio interesse o sugli artisti e trovare tutte le informazioni riguardanti gli eventi, le visite guidate gratuite, i percorsi suggeriti e i virtual tour delle strutture.

Rome Art Week è un regalo per la città, per la sua capacità di fondere passato e presente, per i visitatori che hanno la possibilità di esplorare la città attraverso un’altra prospettiva e anche per gli artisti, i curatori e le strutture partecipanti, che hanno l’opportunità di fare rete.

Per guidare il pubblico nella moltitudine di eventi, noti critici, curatori e operatori del settore forniranno il loro punto di vista sui partecipanti e sugli eventi delineando percorsi omogenei ed evidenziando le eccellenze della manifestazione. Tra loro troviamo: Giovanni Albanese, Nicola Angerame, Paolo Balmas, Lorenzo Canova, Valentino Catricalà, Alberto Dambruoso, Micol Di Veroli, Raffaele Gavarro, Roberto Gramiccia, Helia Hamedani, Maria Giovanna Musso, Massimo Scaringella, Claudio Strinati, Saverio Verini, Claudio Zambianchi.

Anche TiberArt partecipa all’iniziativa con una mostra dedicata a Ugo Nespolo, l’eclettico artista piemontese la cui produzione, mai legata in maniera assoluta ad un filone, si caratterizza fin dal principio per un’accentuata impronta ironica, trasgressiva, per un personale senso del divertimento che rappresenterà sempre una sorta di marchio di fabbrica.







Non mancate e dal 26 al 30 ottobre venite a visitare la mostra in via dei Cappellari 96.

Se volete richiedere maggiori informazioni o prenotare un appuntamento scrivete a info@tiberart.com