L’omaggio di Banksy a medici e infermieri

Si chiama "Game Changer" l’omaggio dello street artist più popolare del mondo per il personale sanitario dell'ospedale di Southampton: un'opera che celebra il sacrificio di medici e infermieri nella lotta contro il Coronavirus.


"Grazie per tutto quello che fate. Anche se in bianco e nero, spero illumini un po' questo luogo”. Sono queste le parole con cui Banksy ha consegnato il suo ultimo lavoro, “Game Changer” al General Hospital di Southampton.



Un membro dello staff si fa fotografare davanti all'opera di Banksy, esposta in un ospedale di Southampton - Andrew Matthews—PA /AP


Il quadro raffigura un bambino che ai tradizionali personaggi - come Batman e l’Uomo Ragno, che spuntano dalla sua cesta dei giochi - preferisce un nuovo supereroe: un’infermiera con il grembiule della Croce Rossa, la mascherina sul viso, un braccio alzato e un mantello per volare come Superman.

Il celebre street artist rende omaggio così ai medici e infermieri impegnati in prima linea nella lotta al coronavirus.

I dirigenti sanitari hanno dichiarato che il gesto dell’artista ha rappresentato una "straordinaria iniezione di energia per il personale dell’ospedale, che a causa del coronavirus ha subito la perdita di almeno due membri dello staff”.

L'opera d'arte rimarrà esposta in ospedale fino al prossimo autunno per poi essere messa all'asta per raccogliere fondi per gli enti di beneficenza sanitari nazionali.

Il quadro è stato regalato nel mese in cui ricorre la National Nurse Day, la giornata nazionale degli Infermieri, istituita il 12 maggio per celebrare l'anniversario della nascita di Florence Nightingale, considerata la fondatrice della moderna assistenza infermieristica.


18 visualizzazioni